Skip to toolbar

Come cercare un prestito online?

Cercare un prestito personale online conveniente nelle rate di restituzione ed immediato nell’emissione, è oggi piuttosto semplice affidandosi al web. Su internet infatti diversi siti offrono la possibilità di comparare le offerte di prestiti personali, finanziamenti ‘non finalizzati’, che possono cioè essere richiesti per realizzare i propri progetti, senza dover necessariamente motivarne la specifica finalità.

Spesso chi richiede un prestito personale ha la necessità che la liquidità venga erogata sul proprio conto corrente in tempi brevi: dalla bolletta da pagare alle altre spese di tutti i giorni, dal regalo all’organizzazione di una cerimonia, da un trasloco alla ristrutturazione della casa, questo strumento consente di finanziare le spese della famiglia, restituendo poi il denaro prestato sotto forma di rate con scadenza periodica, da concordare direttamente con la banca, versando all’ente erogatore l’intero importo maggiorato degli interessi maturati nel periodo di finanziamento.

Logicamente gli istituti di credito e le società finanziarie non emettono prestiti personali senza richiedere in cambio opportune garanzie, per avere la certezza che il cliente restituisca il prestito nella sua interezza. In mancanza di garanzie e in caso di mancata restituzione del credito infatti, la banca non avrebbe modo di rifarsi sui beni reali del cliente.

Generalmente è possibile richiedere prestiti personali di somme variabili, comprese tra i 2000 e i 30.000 euro, da rimborsare in non più di 120 rate. Le garanzie richieste per erogare liquidità in prestito sono l’età, compresa tra i 18 e i 70 anni ma soprattutto la presenza di un reddito certo e continuativo, dimostrabile attraverso la presentazione della busta paga, del Cud o della dichiarazione dei redditi.

Gli istituti di credito inoltre valutano il profilo di credito, ovvero accertano la situazione creditizia del potenziale cliente ed emettono prestiti personali solo nel caso in cui sia ritenuta pulita; ciò significa non aver subito pignoramenti o protesti ma anche non aver rispettato il pagamento delle rate di un precedente finanziamento.

Nel caso in cui l’anzianità lavorativa del cliente sia recente oppure qualora venga richiesto un finanziamento piuttosto elevato inoltre, la banca può richiedere la firma di un garante, un terzo fideiussore che, qualora il titolare del prestito personale non versi il dovuto, si impegni ad intervenire economicamente. Richiedere prestiti personali, fatto salvo la presenza delle garanzie richieste, è alla portata di tutti.

Dopo aver confrontato le proposte sul web per individuare l’istituto finanziario specializzato più vicino alle proprie esigenze e necessità, è sufficiente recarsi in filiale muniti di alcuni documenti, necessari all’erogazione del denaro sul proprio conto corrente o compilare il modulo direttamente online, ricevendo il contratto per posta.

Oltre a un documento d’identità e al codice fiscale, bisogna presentare una documentazione che attesti la situazione reddituale e una copia dell’ultima bolletta pagata. Documenti alla mano la banca valuterà se erogare o meno la somma richiesta e la capacità del cliente di poter restituire il finanziamento e si accorderà sul quantitativo di rate per il rimborso che prevede l’applicazione di interessi fissi o variabili e di costi ed oneri. In caso di inadempienza, la banca potrà maggiorare gli interessi dovuti applicando una mora o interrompere il contratto di prestito personale.

Leave a Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *